martedì 24 maggio 2016

Guida ai principali fondi di garanzia pubblica, con cui ottenere finanziamenti volti ad attività d'impresa: Microcredito, imprese femminili, Editoria.

Il FONDO DI GARANZIA PER LE PMI favorisce l’accesso al credito delle Partite IVA concedendo una garanzia pubblica. È ammessa qualunque operazione, purché finalizzata all’attività d’impresa (importo garantito fino a 2,5 milioni di euro, attraverso una o più operazioni). In quest’ambito, particolare importanza rivestono il Microcredito e le sezioni Imprese Femminili ed Editoria.

Microcredito
Il Microcredito sostiene l’avvio e lo sviluppo della micro-imprenditorialità. È rivolto a imprese già costituite o professionisti già titolari di Partita IVA (in entrambi i casi da non più di 5 anni), a cui si offre una garanzia fino all’80% del finanziamento (importo massimo garantito di 25.000 euro, aumentato di ulteriori 10.000 se è prevista l’erogazione frazionata del credito). Le PMI beneficiarie non possono avere oltre 5 dipendenti (10 nel caso di società di persone, srl semplificate e cooperative). L’attivo patrimoniale deve essere massimo 300.000 euro, i ricavi lordi 200.000 e il livello di indebitamento 100.000. La durata massima dei finanziamenti è di 7 anni, per acquisto di beni e servizi connessi all’attività svolta, pagamento retribuzioni di nuovi dipendenti o soci lavoratori e sostenimento costi per corsi di formazione.
Imprese Femminili
La sezione IMPRESE FEMMINILI supporta l’accesso al credito delle aziende a prevalente partecipazione femminile e alle professioniste iscritte a ordini o aderenti ad associazioni professionali iscritte nell’apposito elenco del MiSE. Sono ammesse micro imprese e PMI sotto forma di cooperative e società di persone costituite in misura non inferiore al 60% da donne; società di capitali le cui quote di partecipazione spettano in misura non inferiore ai 2/3 a donne e i cui organi di amministrazione siano costituiti per almeno 2/3 da donne; imprese individuali gestite da donne.
Editoria
Alle PMI EDITORIALI (edizione libri, quotidiani, riviste e periodici; trasmissioni radiofoniche; programmazione e trasmissioni televisive; agenzie di stampa) è concessa una garanzia pubblica sul finanziamento richiesto a copertura di operazioni finanziarie finalizzate all’attività d’impresa. In particolare, realizzazione di investimenti innovativi.

Nessun commento:

Posta un commento