mercoledì 15 maggio 2013

“LIBERALADOMENICA” Raccolte 150mila firme, la proposta di legge depositata in Parlamento

CONFESERCENTI: Ora restituire alle Regioni la potestà di intervento sulle aperture domenicali.


La raccolta firme è terminata con un grande consenso, e adesso la proposta di legge per frenare l’eccesso di liberalizzazioni su orari e aperture del commercio è approdata in Parlamento.
La proposta di legge, il cui obiettivo è riassegnare alle Regioni piena competenza in materia di orari delle attività commerciali, è stata depositata, oggi, presso la Camera dei Deputati.

"Va apprezzato l’impegno – ha dichiarato il presidente di Confesercenti Marco Venturi durante la conferenza stampa svoltasi alla Camera dei Deputati - di realtà che hanno fattivamente contribuito al raggiungimento del positivo risultato della raccolta di 150 mila firme, promossa da Confesercenti e da Federstrade.

Va evidenziato anche il sostegno attivo della Cei ed in particolare di Mons. Bregantini. C’è stato un ampio coinvolgimento di imprenditori, lavoratori dipendenti con l’adesione dei sindacati di categoria Cgil, Cisl e Uil. Sul territorio si sono distinte anche le associazioni del mondo cattolico, a partire dalle Acli e realtà del mondo laico. Confesercenti ritiene inoltre significativo l’appoggio dei Presidenti delle Regioni Toscana, Emilia, Veneto e Piemonte. Di grande interesse è stato anche il ruolo esercitato dai social network con oltre 30 mila persone interessate all’iniziativa”

L’iniziativa “Liberaladomenica” ha raccolto anche il sostegno della politica. Tra le 150mila firme raccolte c'è anche quella del ministro per lo Sviluppo economico, Flavio Zanonato, mentre a sostenere la campagna, c'è anche il Movimento 5 stelle.

Il deputato Dell’Orco ha dichiarato "M5S appoggerà questa campagna, un mese fa abbiamo presentato una proposta di legge analoga dove si prevede la rotazione per le domeniche ed un massimo di aperture festive. La nostra proposta è stata sottoscritta da altri partiti, anche il Pd. Ci auguriamo che il consenso si allarghi".

Anche il vice-capogruppo al Senato della Lega Nord Sergio Divina ha espresso parole di apprezzamento e sostegno per l’iniziativa.

Il segretario della Cisl Raffaele Bonanni ha dichiarato “Quella per la domenica di riposo nel settore del commercio è una battaglia di civiltà e morale”.
Soddisfazione espressa anche da Marcianò “la Calabria ha contribuito a questa battaglia di civiltà con oltre 3.000 firme”.

Nessun commento:

Posta un commento